Deus Irae (Philip K. Dick & Roger Zelazny)

” Dopo la catastrofe che ha messo fine alla terza guerra mondiale, due Chiese si disputano i pochi sopravvissuti e i loro discendenti, flagellati dalle mutazioni. Una delle Chiese, quasi una proiezione del Vecchio Testamento, venera Deus Irae, il dio della collera, colui che ha causato nel mondo l’orrore atomico. Un Michelangelo senza braccia né gambe, Tibor McMasters, viene incaricato di realizzare il suo ritratto per rianimare la fede dei seguaci. Dovrà intraprendere un viaggio alla sua ricerca, attraverso una terra devastata e popolata di esseri bizzarri e mortali: insetti giganti, robot megalomani, sfingi-sirene elettroniche che cercano di attirare gli umani in un bagno d’acido, e poi la minaccia rappresentata dalla Chiesa rivale… “

Deus Irae (il titolo è un chiaro omaggio al Dies Irae di Mozart) vide la luce nell’ormai lontano 1976, ma è un romanzo attualissimo!

Philip K. Dick aveva iniziato a scriverlo già nel 1965, ma l’iniziale collaborazione con Ted White non andò in porto e Dick riuscirà a completarlo solamente dodici anni dopo, grazie alla collaborazione di Roger Zelazny.

In questo romanzo scorrevole e avvincente ritroviamo molti dei temi caratteristici dello stile dickiano: la contrapposizione umano/androide, accentuato dall’effetto alienante della tecnologia sugli individui e dall’umanizzazione delle macchine; la ricerca di una forma trascendente di verità e divino, che non è mera teologia e non scade mai in facili moralismi; l’uso psichedelico delle droghe, come strumento per entrare in contatto con nuove forme di realtà e consapevolezza; la maschera come simbolo che nasconde un’essenza inafferrabile, ambigua ed evanescente; la solitudine dei personaggi, che si intrecciano e si muovono lungo scenari catastrofici di miseria e distruzione; e ancora le mutazioni genetiche, il ribaltamento dei ruoli, il senso apocalittico di una fine vicina e ineluttabile, il pessimismo cinico e disincantato di fondo, compensato di tanto in tanto da una sottile ironia.

Deus Irae è tutto questo e molto di più. Caldamente consigliato a tutti gli appassionati di fantascienza, ma soprattutto imperdibile per un vero estimatore del maestro Philip K. Dick!

Immagine 18.png

 

 

Deus Irae (Philip K. Dick & Roger Zelazny)ultima modifica: 2009-12-21T23:34:00+01:00da marcotire86
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento