Meccanismi

Oggi sono andato alla concessionaria per il contratto di vendita della nuova auto. Incredibile come mi abbia impressionato, per un istante, l’idea di rottamare la nostra vecchia auto! Una mite Opel Corsa Swing verde menta, classe ’95. Fedele compagna di così tanti viaggi…

Bizzarro come l’uomo sia capace di affezionarsi ad un oggetto, un inerte corpo metallico, quasi fino a umanizzarlo. Come se fosse in grado di provare a sua volta sentimenti. Abbandono, annichilimento, distruzione. Il vuoto senso della fine, della sparizione nel nulla, della cancellazione totale, definitiva ed eterna della propria identità. Qualcosa che è esistito e poi è andato perduto, il cui ricordo andrà perso nel tempo, come se non fosse mai esistito. Alla fine, non rimarrà alcuna traccia, nessun segno di transizione attraverso questa realtà.

Sarà sostituita da una macchina più moderna, tecnologica, ecologica. Eppure lascerà ugualmente un senso di vuoto, l’inevitabile percezione della sua mancanza, di qualcosa che è stato e non sarà mai più.

 

85_metal_heart.jpg

 

 

Meccanismiultima modifica: 2009-12-23T16:40:00+01:00da marcotire86
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento